facebook twitter rss

«Dodici ospiti e cinque operatori
positivi al Covid nella Residenza
protetta privata per anziani
»,
Livini e l’Av4 al lavoro per la chiusura

SANT'ELPIDIO A MARE - Il direttore dell'Area vasta 4: "Già ieri abbiamo comunicato alla struttura il da farsi (limitatamente al primo, e fino a ieri, unico caso accertato di contagio). Ora, con il Distretto e il Dipartimento di Prevenzione, dobbiamo chiudere la struttura e provvedere al trasferimento dei pazienti". Risultano 12 ospiti e 5 operatori positivi
Print Friendly, PDF & Email

Il direttore Av4, Licio Livini

di Giorgio Fedeli

“Purtroppo ci risulta un numero elevato di positivi al Covid 19 tra ospiti e personale della Residenza protetta privata di Sant’Elpidio a Mare”. Diciassette per la precisione, 12 ospiti e 5 operatori, come fatto sapere dal comune di Sant’Elpidio a Mare con una nota.

E’ una di quelle notizie che il direttore dell’Area vasta 4, Licio Livini, non vorrebbe mai dare. Ma purtroppo tant’è. Stiamo parlando della Residenza protetta per anziani da cui ieri è emerso, almeno stando alla comunicazione ufficiale dell’Av4, un caso di positività al Coronavirus. Si tratta di un’anziana della struttura poi ricoverata al reparto di Malattie infettive dell’ospedale Murri di Fermo.

“Abbiamo avuto notizia di un forte interessamento della struttura in merito al contagio da Covid. Insomma un numero elevato di positività tra gli ospiti e il personale”. E ora? Che fare? Come procederà l’Area vasta 4? “Già ieri abbiamo comunicato alla struttura il da farsi (limitatamente al primo, e fino a ieri, unico caso accertato di contagio). Ora, con il Distretto e il Dipartimento di Prevenzione, dobbiamo chiudere la struttura e provvedere al trasferimento dei pazienti” conclude il direttore di Area vasta 4.

“A seguito del  caso di Covid positivo presso la casa di riposo a Sant’Elpidio a Mare il Dipartimento di Prevenzione dell’Area Vasta 4 – fanno sapere dalla stessa Av4 – ha predisposto l’esecuzione del test molecolare per tutti gli ospiti e gli operatori della struttura. In data odierna ci sono pervenuti gli esiti dei tamponi effettuati. I casi di tampone positivo tra gli ospiti sono 13 (compresa la donna ricoverata ieri), mentre i casi di tampone positivo tra gli operatori sono 5 su 8 presenti.

Il Dipartimento di Prevenzione in accordo con il Distretto ha provveduto a organizzare il trasferimento dei pazienti positivi presso la struttura privata accreditata  RSA “Anni Azzurri” di Campofilone. Tale struttura è stata individuata dalla Regione Marche per ospitare soggetti Covid positivi. I restanti 6 pazienti negativi, verranno anche essi trasferiti presso la struttura Rsa di Campofilone nell’area riservata ai soggetti negativi in isolamento in quanto risultano contatti stretti. Per quanto riguarda i provvedimenti adottati per gli operatori, il Dipartimento di Prevenzione sta eseguendo le procedure previste per i casi positivi e per i contatti stretti di un caso. E  sta informando sia i medici di medicina generale che i familiari di tutti gli ospiti sui provvedimenti adottati”.

Ieri l’Area vasta 4 ha comunicato di aver richiesto, con il suo Dipartimento di Prevenzione “al direttore della casa di riposo di mettere in atto tutte le misure previste dalla loro procedura in presenza di un ospite risultato positivo, di isolare gli ospiti della struttura che dovessero presentare sintomi compatibili con le infezioni da Covid, di limitare all’essenziale i movimenti nelle aree comuni ed in ogni caso con uso di mascherina, di monitorare attivamente i sintomi con rilevazione della temperatura almeno due volte al giorno per due settimane dall’ultimo contatto stretto con la persona infetta”.

Il sindaco Alessio Terrenzi

Si è chiesta anche “l’immediata sanificazione accurata degli ambienti dove il positivo soggiorna o soggiornava”. Con il nuovo scenario e con, evidentemente, l’esito di certo non felice dei tamponi su ospiti e personale, scatta il piano B. Attualmente nel Fermano ci sono oltre 60 persone positive al virus, e quattro sono ricoverate al Murri nel reparto di Malattie infettive.

“E’ in corso il trasferimento degli ospiti positivi – dice il sindaco elpidiense Alessio Terrenzi – e ci stiamo occupando della questione con la massima attenzione. Sono partite le indagini epidemiologiche per verificare i contatti avuti dai positivi, in base a chi è entrato nei giorni scorsi nella struttura privata e siamo in stretto contatto con il dottor Ciarrocchi che supervisiona la situazione. Pur trattandosi di una struttura privata è nostro compito occuparci della questione che diventa, come è facile immaginare, una priorità, ai fini non solo di curare i positivi ma anche per arginare un eventuale ulteriore contagio. Siamo molto attenti su questo fronte, come lo siamo sempre stati, e i parenti degli ospiti possono stare tranquilli: si sta facendo tutto il necessario per tenere sotto controllo la situazione”. “Il sindaco Alessio Terrenzi, che – si legge nella nota del Comune – in questo momento è in prefettura per affrontare con le autorità competenti la questione relativa ai positivi al Covid-19 in una residenza privata del territorio, comunica che, al momento, i dati parlano di 12 ospiti, e 5 operatori su 8 positivi“.

(aggiornato alle ore 16,39)

 

Covid, quattro positivi nel Fermano L’Av4: “Uno in una casa di riposo, effettuati tamponi a ospiti e personale”

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X