fbpx
Jessica Marcozzi Spazio pubblicitario elettorale
facebook twitter rss

Coronavirus, secondo caso
nelle Marche, la prefettura
di Rimini: “Messo in quarantena”

ALLARME - Si tratta di un amico del ristoratore di Cattolica, che vive in provincia di Pesaro. E' risultato positivo agli esami svolti in Emilia Romagna
Print Friendly, PDF & Email

 

La prefettura di Rimini

 

Un secondo caso di Coronavirus nelle Marche, si tratta di un amico del ristoratore 71enne di Cattolica che lo aveva accompagnato in un viaggio all’estero. A dirlo è la prefettura di Rimini. Si tratta di un uomo che vive in provincia di Pesaro. Le sue condizioni non sarebbero gravi. Questa la nota della prefettura di Rimini: «Alla stregua degli accertamenti eseguiti, Ausl conferma ad ora un solo caso in tutta la provincia. Il paziente, le cui condizioni sono stazionarie, svolge l’attività di ristoratore che coinvolge dipendenti e cittadini che sono entrati in contatto con il ristorante. L’amico marchigiano, che ha accompagnato il ristoratore nel viaggio all’estero, è risultato positivo ed è attualmente messo in quarantena dalla Regione». L’uomo è risultato positivo in base ad uno screening disposto dall’Ausl dell’Emilia Romagna.

Si tratta dunque del secondo caso di Coronavirus nelle Marche dopo quello di un 30enne originario di Vallefoglia nel Pesarese, che lavora a Codogno (primo ceppo del focolaio) e che è stato confermato dal capo della Protezione civile nazionale, Angelo Borrelli. Il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, aveva chiarito che «questo caso è isolato e innocuo». Il paziente non sarebbe in condizioni gravi.

(Servizio in aggiornamento)

Lo screen dal sito della prefettura di Rimini

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X