facebook twitter rss

Elezioni comunali, il Pd presenta la lista per Interlenghi candidato sindaco: “Orgoglio di scendere in campo per fare il bene della città”

FERMO - Paolo Nicolai, in lista e segretario comunale Pd della città di Fermo: "È una lista totalmente rigenerata, perché tra le tante è quella che presenta più novità, con il giusto mix di persone che militano da tempo nel partito ed altre che si sono messe in campo per la prima volta affascinate dal nostro progetto"
Print Friendly, PDF & Email

 

di Leonardo Nevischi

Sarà dunque una sfida tra avvocati quella che da qui alle prossime settimane decreterà il nuovo sindaco di Fermo. A guidare il Partito Democratico ed a sfidare Paolo Calcinaro sarà infatti il candidato sindaco Renzo Interlenghi, che questa mattina presso il piazzale Azzolino ha presentato la sua lista che farà parte della coalizioone #FermoFutura.

«È una lista totalmente rigenerata, perché tra le tante è quella che presenta più novità, con il giusto mix di persone che militano da tempo nel partito ed altre che si sono messe in campo per la prima volta affascinate dal nostro progetto – esordisce Paolo Nicolai, segretario comunale Pd della città di Fermo – Abbiamo schierato una coalizione omogenea, lineare e coerente. Ogni lista che fa parte della nostra coalizione per noi è un compagno di viaggio e non dei competitori, perché ogni lista ha una logica, ha una sua storia e vuole tracciare un percorso: dai giovani con “Agire Locale”, ad una visione provinciale che la città di Fermo deve avere “Fermo Capoluogo”, fino a “Fermo Coraggiosa” che è l’anima più a sinistra della coalizione. La nostra idea era quella di riorganizzare un campo di centro sinistra e lo abbiamo fatto in maniera lineare mettendo Renzo Interlenghi come rappresentante di questa coalizione».

«A liste presentate, è evidente che è finita l’era delle piazze pulite ed è iniziata quella del civismo di destra per Calcinaro e noi a questa impostazione ci dobbiamo contrapporre con forza e determinazione – seguita Nicolai facendo riferimento al fatto che Forza Italia e Fratelli d’Italia non hanno presentato una lista per dare il loro sostegno al sindaco uscente -. La nostra lista ha l’obiettivo di restituire a Fermo il ruolo da protagonista, rimettendola a capo della provincia sotto tutti i punti di vista, dalla sanità alle infrastrutture passando una seria di questioni dove la città capoluogo deve essere leader e non in competizione con le città limitrofe».

Paolo Nicolai, segretario comunale PD della città di Fermo

Una lista assai rinnovata quella del Pd, che schiera 32 nomi in rappresentanza di varie categorie come artigiani, impiegati, infermieri, liberi professionisti, studenti e pensionati. Nello specifico: Francesca Ambrogi, Pierluigi Balestrini, Giovanna Barbone, Bedetta Riccardo, Marco Cerolini, Jacopo Ciarrocchi, Marco Iuri Ciccola, Carlo Cochetti, Carlo D’Alessio, Roberta Del Rosso, Walter Del Rosso, Anna, Donataccio, Lorena Fagiani, Giuliano Gazzoli, Restilio Gironacci, Carla Iacopini, Alessandro Iagatti, Maria Teresa Illuminati, Maria Clotilde Luca, Pierluigi Malvatani, Silvano Marmorè, Roberta Minnetti, Andrea Minnoni, Ombretta Morganti, Paolo Nicolai, Matteo Parigiani, Devis Piattelli, Marcello Renzi, Serena Santarelli, Tommaso Seccia, Anna Rita Totò, Sandro Vallasciani.

In lista anche il capogruppo uscente Pierluigi Malvatani che, dopo dieci anni, ha scelto di ricandidarsi per una questione di «coerenza, per non lasciare cadere nel baratro tutti i temi portati come opposizione in consiglio e rimasti irrisolti dall’amministrazione Calcinaro come ad esempio quelli riguardanti la Steat e la Casina delle Rose, ma anche tematiche che a me stanno a cuore legate all’urbanistica, alla viabilità e alla ristrutturazione degli uffici della macchina comunale ».

Renzo Interlenghi, candidato sindaco del Partito Democratico

In chiusura, dopo l’intervento di Maria Teresa Illuminati (candidata alla regionali che non ha comunque voluto far mancare il suo appoggio ai dem di Fermo), il candidato sindaco Renzo Interlenghi che accusa «la destra, sempre più nascosta dietro al civismo, di far regredire la città di Fermo» e punta tutto su concetti come «lotta alla povertà, piano casa, lotta alla precarietà per i giovani, possibilità di una crescita strutturale di tutta la città».

«Questo è un Partito Democratico che ha già ritrovato l’orgoglio di scendere in campo con uomini che mettono da parte il loro tempo per fare il bene della città – seguita Interlenghi -. Il nostro programma punta i piedi sullo sviluppo futuro di Fermo sotto tutti i punti di vista: dall’urbanistica, ai temi ambientali, senza tralasciare l’ambito scientifico e medico. Il nostro diktat politico per governare questa città si basa su lungimiranza, consapevolezza, passione e spirito ideale. In caso di ballottaggio – esce allo scoperto Interlenghi interrogato in merito – si potrebbe riaprire discorso con il Movimento 5 Stelle o con la lista “L’altra Fermo” di Massimo Rossi, ma tutto dipenderà dai risultati. Si valuteranno tutte le strade ma di sicuro – ironizza e chiosa il candidato sindaco dei dem – non faremo un apparentamento con la Lega».

 

Da sinistra: Pierluigi Malvatani, Renzo Interlenghi, Paolo Nicolai, Maria Teresa Illuminati



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X