facebook twitter rss

«L’Area vasta 4 è la più penalizzata delle Marche, ecco i numeri», Donati (Cisl) vuole risposte da Asur e Regione

CRITICA - Il segretario generale Cisl Fp durissimo dopo la notizia dell'addio al Murri del primario del Pronto soccorso. Donati snocciola dati e tabelle: «Qualcuno da Asur o dalla Regione Marche, su tutto questo, avrà il coraggio di dare risposte?»
Print Friendly, PDF & Email

Giuseppe Donati

«Se qualcuno nel Fermano, operatore, cittadino, sindaco, utente, avesse ancora qualche dubbio sulle enormi sofferenze che la sanità di questo territorio sta attraversando, nell’assoluta indifferenza della direzione Asur e della politica regionale, grazie ai numeri seppur semplici, che Cisl Fp Marche ha raccolto, potrà fugarlo. Senza dubbio le risorse destinate alla sanità fermana sono inferiori e di molto rispetto ad altre realtà provinciali delle Marche. Non ci si può stupire della continua fuga dei professionisti dal Fermano quando chi avrebbe la responsabilità gestionale e politica di lavorare per l’equità della distribuzione delle risorse tra tutti i cittadini della Regione, nel passato come nel presente, non lo ha fatto. E questo ha ampliato, anziché ridurre, il gap tra Fermo e le altre province marchigiane. Ora è chiarissimo che il sistema fermano è stato penalizzato». Va giù pesante il segretario generale Cisl, Giuseppe Donati, nel suo ultimo affondo contro i vertici della sanità fermana e non solo fermana, a poche ore dalla notizia dell’addio del primario del Pronto soccorso del Murri, Alessandro Valentino, che se ne andrà a guidare lo stesso reparto e il 118 a San Marino.

«In più occasioni, Cisl Fp come parte sindacale maggiormente rappresentativa nella sanità del Fermano, ha invitato presidente ed assessore regionali, nel passato e nel presente, e lo abbiamo ribadito sabato 9 luglio al presidio di Porto San Giorgio, a venire a spiegare con quali criteri fossero suddivise le risorse finanziarie e di personale tra le 5 Aree Vaste, senza ottenere alcuna risposta. Sta di fatto che l’attuale Area Vasta 4 risulta, tra le Aree Vaste delle Marche, non aventi all’interno della provincia un’’Azienda Ospedaliera quindi Area Vasta 3 ed Area Vasta 5, quella con gli indicatori peggiori.
Donati passa dunque ai numeri: «La direzione generale Asur con determina n. 452/2022, tra le altre cose, ha ridefinito le nuove sezioni per Area Vasta, delle dotazioni organiche. Analizzando i numeri, se si rapporta il numero dei residenti di ogni provincia con il numero dei posti in dotazione organica di figure professionali primarie del comparto, appare drammaticamente evidente lo squilibrio a sfavore del Fermano. Chiaro che le province di Pesaro ed Ancona hanno un rapporto svantaggioso ma va ricordato che in quei territori sussistono anche le Aziende Ospedaliere quindi al personale delle Aree Vaste va sommato quello delle Aziende Ospedaliere. Ciò riequilibra il rapporto».

(clicca per ingrandire)

«Ad esempio, la dotazione di infermieri assegnata ad Area Vasta 4 è di 650 unità. In rapporto ai residenti censiti nel 2019 cioè 173.800, è evidente che il Fermano avrà un infermiere ogni 267 residenti mentre altre Aree Vaste avranno un rapporto assolutamente migliore. Questo – le ragioni di Donati – dà risposte sul perché della carenza infermieristica. Medesimo esito se non più drammatico lo si ha con gli Oss. Area Vasta 4 avrà un Oss ogni 1.277 residenti mentre altre province avranno un rapporto addirittura dimezzato. Domanda…perché avviene tutto questo? Altri numeri: sempre la determina Dg Asur n.452/2022, determina la spesa per il personale per gli anni 2022-23-24 suddivisa per Aree Vaste. Facendo il rapporto tra il numero dei residenti per provincia e la spesa del personale assegnata alle Aree Vaste, risulta lampante che Fermo, tra i territori senza un’Azienda Ospedaliera all’interno, è quella con il rapporto peggiore cioè ha la spesa inferiore».

(clicca per ingrandire)

«Per concludere l’analisi – il segretario Cisl passa ai bilanci – vale la pena rivedere la tabella riportata nell’Analisi di Esercizio Asur 2021-23, riguardante la spesa pro-capite per Area Vasta. Considerando che la media Asur è di 1806 euro per residente, ancora una volta il Fermano è sotto mentre altre sono molto sopra».

(clicca per ingrandire)

 

«Ogni volta che cittadini ed utenti del Fermano, si lamenteranno giustamente per lentezze, ritardi o addirittura impossibilità di accesso a Servizi sanitari, nonché per reparti chiusi per l’estate o accorpati da mesi, sarebbe bene ricordassero queste tabelle. Non è vero che tutto questo avviene per caso. Da troppi anni sul Fermano aleggiano disegni che mi inducono a pensare a un depotenziamento perché, ormai è chiaro, nella geografia sanitaria regionale, Fermo – l’opinione di Donati riportata nel suo comunicato stampa – è un ‘inciampo’. Basterebbe ricordare che la provincia di Fermo è l’unica senza un servizio di emodinamica ed una cardiologia indebolita a causa di decisioni assunte negli anni scorsi, lasciata impoverire nel tempo non sostituendo medici andati in pensione o trasferiti in altre realtà, tagli di posti letto, marginalizzazione delle attività, clima interno conflittuale. Fermo è l’unico territorio senza una postazione autonoma del 118,
infatti dipende inspiegabilmente da Ascoli Piceno. Sarebbe lunga la lista. Intanto arriva l’ennesima notizia di un primario che se ne va. Tocca ancora al Pronto Soccorso.
Continuare a non interrogarsi sul perché Fermo è indiscutibilmente meno attrattiva di altre realtà sanitarie delle Marche, significa comportarsi come gli struzzi. Mettere la testa sotto la sabbia, servirà a poco. Intanto reparti e servizi soffrono sempre più ed il personale è allo stremo ma importa proprio a nessuno. In verità, piano piano, ci stiamo giocando il Sistema Sanitario Pubblico. Qualcuno da Asur o dalla Regione Marche, su tutto questo, avrà il coraggio di dare risposte?».

Il primario del Pronto soccorso ai saluti, Valentino lascia Fermo direzione San Marino: «Decisione sofferta» (Ascolta la notizia)



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti