facebook twitter rss

Agire Locale, la lista “giovane”
si presenta: idee e valori
in appoggio al candidato Interlenghi

FERMO - Oggi pomeriggio si è presentata ufficialmente la lista Agire Locale. Si va dalle battaglie ambientali che comprendono la riduzione del rischio idrogeologico, la riduzione dei rifiuti e l'aumento delle zone verdi, alla critica all'amministrazione Calcinaro
Print Friendly, PDF & Email

 

di Leonardo Nevischi

Sono giovani, ricchi di valori, ricchi di ideali e ricchi di idee (come dimostra la loro macropresentazione e il programma redatto di ben 17 pagine). Sono i ragazzi di Agire Locale, la lista di Under 37 (il più “anziano” infatti è Marco Lauri, docente universitario nelle università di Macerata, Urbino, Chieti-Pescara) in appoggio al candidato sindaco Renzo Interlenghi per le amministrative comunali del prossimo 20-21 settembre. Nello specifico stiamo parlando di Francesco Marinozzi, Michele Arcangeli, Euridice Belletti, Carlo Braico, Immacolata Castellano, Chiara De Vecchis, Nadia Di Nicola, Lorenzo Ercoli, Susan Fabbricatore, Rebecca Graziosi, Marco Lauri, Paolo Luciani, Enrico Malavisi, Francesco Marcaccio, Nicola Montanini, Giorgia Montozzi, Daniel Palladio, Carlo Pelloni, Federico Quondamatteo,  Alessandro Rogani, Lorenzo Rossi, Sara Salvatori, Diego Smerilli e Alberto Tomassoni.

Una lista di idee e progetti davvero lunga, quella esposta dai 24 ragazzi uno alla volta, ma che ben denotano la voglia di mettersi in gioco per Fermo e per il futuro proprio e di tutti i loro coetanei. I temi sul piatto sono tanti, tutti ben snocciolati dai candidati consiglieri e tutti consultabili sulle pagine social di Agire Locale. Si va dalle battaglie ambientali che comprendono la riduzione del rischio idrogeologico, la riduzione dei rifiuti e l’aumento delle zone verdi, alla critica all’amministrazione Calcinaro in quanto «noi giovani non vogliamo solo divertirci. Fermo è diventata una città di feste ed eventi e questo ci offende perché noi siamo anche cultura attiva. La nostra lista è nata dall’idea di far finalmente sentire la nostra voce ad una amministrazione che ha parlato tanto di noi e poco con noi».

Molte le tematiche messe a fuoco: sfruttare l’incremento delle biciclette elettriche per costruire una pista ciclopedonale che colleghi periferia, Lido Tre Archi e Marina Palmense, al centro; valorizzare la biblioteca Spezioli (sponsorizzandola sui social e ampliando gli orari di apertura); circonvallazione a senso unico sotto le mura come Macerata e Ascoli Piceno; incentivi per i giovani che vanno a vivere da soli (riduzione Imu) e sgravi per coloro i quali volessero aprire un mutuo; wifi libero per tutta la città e soprattutto nei parchi e nelle zone verdi dove i giovani sarebbero più propensi a sostare per studiare.

Dunque, una lista alquanto dinamica che si rispecchia pienamente nello slogan del suo leader Renzo Interlonghi quale #FermoFutura. «Uno sguardo al futuro mettendo le basi già nel presente. Vogliamo che questa città sia l’oggi e il domani di ognuno di noi e fare in modo che i nostri coetanei la smettano di emigrare al di fuori, che sia all’estero o nelle città limitrofe».

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X