facebook twitter rss

Gramegna si presenta: «Sono carico, ho in mente anche la giunta» Quattro liste a sostegno del candidato sindaco

PORTO SAN GIORGIO - Conferenza stampa questa mattina del candidato sindaco del centrosinistra, Francesco Gramegna. Quattro le liste che lo sosterranno. Il suo quartiere generale in piazza delle Marine. Tra i partiti, oltre al Pd, anche Italia Viva, Articolo Uno e la Sinistra Italiana. «Sono carico» dice Gramegna aprendo il suo intervento.
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

Francesco Gramegna si presenta. Nel suo quartiere generale a due passi dal vecchio cinema Excelsior è circondato dai candidati delle quattro liste che hanno deciso di appoggiarlo. C’è il Pd, ovviamente, la civica Noi Psg, Porto San Giorgio Bene comune-la Sinistra con Gramegna e Sangiorgio Viva. Ci sono al suo fianco i partiti: Italia Viva, Articolo Uno e Sinistra Italiana. Saranno 60 i candidati alla carica di consigliere comunale. In sala volti nuovi e “vecchi” ad ascoltare il vicesindaco. Oltre a diversi consiglieri comunali uscenti del Pd ed assessori della giunta non poteva mancare il primo cittadino Nicola Loira. Arriva pure Claudio Speranzini. Gramegna è solo al tavolo, come lo era stato il suo competitor Valerio Vesprini un paio di settimane fa nella sua conferenza stampa.

«Iniziamo questo viaggio verso Porto san Giorgio 2032, ci aspettano davanti 5 anni, ma in mente abbiamo un progetto ben preciso che ci proietta fino a quella data. Il mondo del volontariato e dell’associazionismo, l’Azione Cattolica che ringrazio, è quello da cui provengo. E poi dieci anni di vicesindaco, assessore ai servizi sociali, esperienza maturata nella macchina amministrativa che sta cambiando» spiega il candidato sindaco. Quattro, come detto, le liste a suo supporto. «Un’Amministrazione competente già la ho in mente, con esperienza e di rinnovamento, Non abbiamo nascosto alcun simbolo politico, ci presentiamo con la nostra faccia e non abbiamo bisogno di nasconderci» rimarca ancora Gramegna in contrapposizione a quanto avvenuto nella coalizione di centrodestra. «Il progetto politico è ampio per tutta la città, all’interno del partito ci sono stati confronti anche accesi, alla fine ha prevalso il bene per la città». Una seconda sede si trova sul lungomare Gramsci «di fronte a quel tratto di lungomare che andremo a riqualificare grazie ai fondi del Pnrr e contro il quale qualcuno in Consiglio ha votato contro, e di fronte alla corsia ciclabile». Dal 13 giugno, dice Gramegna, bisogna correre ricordando quanti fatto dalla giunta Loira in questi anni. Un riferimento va al progetto di recupero dell’ex cinema. Il programma sarà pubblicato sul sito ufficiale già nel pomeriggio. «Porto San Giorgio deve tornare a vivere, per questo puntiamo sulla qualità. Uno dei punti che ci preme di più è la coesione sociale, penso allora al centro di aggregazione giovanile». 

Le liste saranno presentate nei prossimi giorni, tanti ragazzi alla prima esperienza. «Musica e cultura sono le cose più importanti della mia vita, su queste quattro liste ho fatto un medley». Poi un passaggio anche su Loira. «A Nicola devo tutto, il 12 finisce la sua Amministrazione il 13 comincia quella di Gramegna con una squadra che si è formata insieme a me». Ed una battuta anche del primo cittadino in conclusione: «I valori sono sempre gli stessi non c’è bisogno di cambiare. Ci sto bene qui».

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti