Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook twitter rss

Alessio Pignotti è il candidato sindaco del un ‘polo civico di centro’: «Ecco le mie priorità»

SANT'ELPIDIO A MARE - Il nuovo polo civico che si presenterà agli elettori in occasione delle prossime amministrative ha scelto il suo candidato: sarà Alessio Pignotti. Attualmente assessore nella giunta Terrenzi, Pignotti motiva la sua scelta e ringrazia tutti coloro che hanno riposto in lui la propria fiducia

Alessio Pignotti

Il nuovo polo civico che si presenterà agli elettori in occasione delle prossime amministrative a Sant’Elpidio a Mare ha scelto il suo candidato: sarà Alessio Pignotti. Attualmente assessore nella giunta Terrenzi, Pignotti motiva la sua scelta e ringrazia tutti coloro che hanno riposto in lui la propria fiducia.

«Ringrazio tutti coloro che hanno ritenuto la mia persona degna di aspirare a rappresentare la nostra città. Sono stati i membri di Partecipazione Democratica, in origine, a manifestare questa idea e chiedermi una disponibilità in tal senso – esordisce Pignotti – con un percorso partito, condiviso e voluto in primis dal gruppo. Ho accettato con entusiasmo, spirito di servizio e grande senso di responsabilità. Due sono stati i nomi sul tavolo, il mio e quello del dott. Matteo Verdecchia: due persone disposte a farsi da parte l’una per l’altra, due nomi anima di un documento firmato da tutto l’asse consiliare e simpatizzanti avente ad oggetto la richiesta delle primarie. Una possibilità, questa, che però non è stata presa in considerazione da chi già da tempo aveva in mente un proprio percorso. Ribadisco tutto ciò senza polemica alcuna: la vita è fatta di scelte, anche dure, a volte, e ognuno fa la sua. Arrivati a questo punto ritengo che le parole siano inutili e occorrono i fatti, perché questo è ciò che interessa alla nostra comunità elpidiense. Insieme e all’unanimità chi ha voluto questo progetto civico ha puntato sulla mia persona senza alcuna imposizione: di ciò debbo ringraziare il dott. Verdecchia, persona seria, leale, che ha anteposto il noi all’io e che mi è al fianco tutti i giorni insieme al sindaco Terrenzi che mi ha permesso, negli anni, di svolgere i ruoli che ho svolto e arrivare fin qui. Ringrazio i miei consiglieri e simpatizzanti che sono da sempre al mio fianco, nei momenti più spensierati come nelle situazioni difficili e che mai mi hanno fatto mancare il loro sostegno. Ringrazio anche chi, della maggioranza uscente, pur avendo intrapreso un altro percorso, con la sua fiducia mi ha permesso di essere assessore in questi ultimi anni.

Alessio Pignotti

Primi obiettivi? Da civico puro – aggiunge il candidato sindaco – credo in un progetto che possa aggregare tutto il territorio a prescindere dal colore politico e con l’unico scopo di mettere in comune esperienze e capacità per il bene della città. Parto dall’attuale maggioranza, gran parte della quale ho già avuto modo di sentire e trovare in linea con il mio progetto e ciò a cui tengo è la definizione di un gruppo che raccolga persone che abbiano voglia di lavorare per la città in modo concreto come io sono abituato a fare. Ho cercato di esserlo nel mio percorso da assessore e credo di poter dire di aver raggiunto dei risultati importanti ed è questa concretezza che vorrei continuare a portare avanti con un gruppo che sia frutto di un percorso inclusivo, partendo da chi nella coalizione uscente ha ritenuto di poter far convergere le energie sul mi progetto e sulla mia persona e aperto alla collaborazione di chi crede in me e alle idee che abbiamo in mente per la città. Bisogna dare continuità al lavoro svolto dall’amministrazione comunale uscente. Abbiamo ottenuto ottimi risultati che si sono concretizzati in grandi opportunità, bandi finanziati che avranno scadenze da rispettare, la rigenerazione urbana e altri fondi intercettati che rappresentano i contenitori: noi dobbiamo riempirli di contenuto usando anche la fantasia, se necessario, ma sempre spinti da buonsenso e pensando al miglior ritorno possibile per la collettività. Tutto ciò andrà seguito e gestito, accanto all’attività degli uffici servirà la collaborazione di tutti. Da qui l’apertura alle realtà che credono in primis nella mia persona e condividono progetto e contenitore civico, che possano dare il loro contributo al raggiungimento degli obiettivi che saranno illustrati in un manifesto sul quale stiamo lavorando».



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti