facebook twitter rss

Volantini anonimi, Fdi, Lega e Udc insorgono: «Curioso che siano Pd e Alessandrini a scandalizzarsi»

SANT'ELPIDIO A MARE - I coordinatori provinciale Balestrieri, Petrini e Bellesi: «Se ricerchiamo una notizia invece, è proprio questa, cioè che Fabiano Alessandrini, presidente della Steat e di Trasfer, società facente capo alla Provincia di Fermo, fa campagna elettorale senza sentire l'obbligo morale e politico di dimettersi»
Print Friendly, PDF & Email

«Sul documento che è circolato, probabilmente perché qualcuno è a corto di argomenti e soprattutto di memoria, considerato che i problemi dei cittadini derivanti dall’amministrazione targata Pd sono altri, le segreterie politiche precisano che, negli incontri preliminari, avevano dato la loro disponibilità a realizzare con le forze civiche di Sant’Elpidio a Mare, una coalizione unitaria, stile Calcinaro a Fermo o Vesprini a Porto San Giorgio coinvolgendo l’attuale sindaco per una convergenza più ampia possibile. Ovviamente ciò avrebbe obbligato chi avesse deciso di essere della partita di dimettersi da cariche assunte al momento dentro questa maggioranza». A dire la loro sui volantini anonimi circolati a Sant’Elpidio a Mare, oggi sono i coordinatori provinciale di FdI, Udc e Lega, rispettivamente Andrea Balestrieri, Moreno Bellesi e Alan Petrini.

«Così non è stato e come noto a tutti, il centrodestra ha deciso di intraprendere la propria strada coi propri simboli candidando Gionata Calcinari sindaco. Apprendiamo, dal botta e risposta interno al centrosinistra, e soprattutto dall’intervento, non richiesto, di Alessandrini, che con la sua candidatura, inamovibile e da mesi sul campo, di fatto non ha consentito alcuna convergenza come avviene invece oramai da anni nelle più importanti città del territorio. Risulta curioso anche il fatto che il Pd e Alessandrini si scandalizzino per gli incontri interlocutori tenuti da tutte le forze politiche, dei quali Alessandrini era perfettamente a conoscenza, mentre dimentica delle proposte di cui proprio lui, contattando le segreterie politiche ed i massimi esponenti del centrodestra regionale, si era fatto promotore per formare una grande colazione per le elezioni provinciali al solo scopo di non perdere il controllo della provincia, ente gestore della Steat, operazione che come tutti sanno è naufragata miseramente. Ebbene, se ricerchiamo una notizia invece, è proprio questa, cioè che Fabiano Alessandrini, presidente della Steat e di Trasfer, società facente capo proprio alla Provincia di Fermo, fa campagna elettorale senza sentire l’obbligo morale e politico di dimettersi. Di cosa ci meravigliamo? Da decenni questa città a causa della sinistra si trova nella nota arretratezza per aver sempre svenduto posizioni in favore di altri Comuni. Invece di scandalizzarsi per fantomatici accordi, di cui il Pd in ogni sede ed a ridosso di ogni elezione è sempre promotore, Alessandrini farebbe bene ad iniziare a parlare delle inefficienze di questa città e le proposte reali da mettere in campo, cosa che il candidato sindaco Calcinari farà molto presto. Non intendiamo infatti continuare a parlare di cose che non interessano i cittadini, ma solo delle loro necessità».

 

Accordi più o meno ‘segreti’ e volantinaggi anonimi, la campagna elettorale a Sant’Elpidio si incattivisce

Alessandrini: «Terrenzi d’accordo col centrodestra, nessun mandato da parte nostra»

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti