facebook twitter rss

Porto Sant’Elpidio: ok a ombrelloni e lettini su porzioni di spiaggia libera

PORTO SANT'ELPIDIO - L'amministrazione ha individuato tratti di arenile, per quasi 300 metri lineari, confinanti con le concessioni balneari, che potranno essere utilizzati dagli stabilimenti
Print Friendly, PDF & Email

Via libera a Porto Sant’Elpidio all’assegnazione temporanea di porzioni di spiagge libere agli stabilimenti balneari. Il Comune ha deciso di utilizzare la concessione della regione Marche, per consentire agli stabilimenti di godere di spazi maggiori, che consentano di ammortizzare il numero minore di ombrelloni e lettini per il distanziamento imposto dall’emergenza Covid-19. Le direttive regionali permettono di assegnare al massimo 25 metri lineari di spiaggia libera contenuta tra due concessioni o 12 metri se confinanti con una singola concessione.

La giunta ha approvato un atto di indirizzo con l’obiettivo di “mantenere un buon equilibrio tra spiagge di uso pubblico e spiagge in concessione. Si metteranno a disposizione, in maniera straordinaria e temporanea, le spiagge libere e le spiagge non ancora assegnate”. Si tratta complessivamente di circa 300 metri lineari di spiaggia libera, che saranno distribuiti tra 17 concessioni balneari del lungomare cittadino. La concessione avrà una durata solo stagionale, quindi al massimo di 3 mesi, e sarà subordinata al pagamento del relativo canone. Servirà anche essere in regola con i pagamenti degli anni pregressi o, in caso di difficoltà, aver proceduto ad una rateizzazione ed aver almeno iniziato a versare le somme dovute.

Le porzioni di spiaggia libera assegnate agli stabilimenti potranno essere utilizzate esclusivamente per ombrelloni, lettini e sdraio e non potranno esservi posizionati altri servizi. L’amministrazione ha previsto anche il via libera, per chi ne abbia necessità, alla posa di ombrelloni nelle fasce destinate a pavimentazioni, campi gioco ed aree per bambini. La giunta, nei giorni scorsi, ha dato l’ok anche all’occupazione di suolo pubblico per le prime attività commerciali che hanno formulato richiesta in tal senso, in base al regolamento straordinario approvato in Consiglio comunale lo scorso 14 maggio per incentivare le attività di somministrazione di alimenti e bevande. Dopo aver recepito il nulla osta della polizia locale, è stato autorizzato il posizionamento di tavoli all’aperto per un bar alla Corva, un ristorante sul lungomare nord e due locali di viale Cesare Battisti in centro. Le 4 attività sono state autorizzate all’occupazione di suolo pubblico fino ad ottobre.

P.Pier.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti