facebook twitter rss

Regole e movida, il primo sabato tra controlli e qualche eccesso: dal prossimo weekend mascherine offerte nei locali a chi non le porta

PORTO SANT'ELPIDIO - Incontro in programma tra amministrazione ed esercenti per mercoledì, Franchellucci:"Tanta gente e controlli continui, molti hanno rispettato le regole, ma non sono mancati comportamenti meno responsabili"
Print Friendly, PDF & Email

Nazareno Franchellucci

di Pierpaolo Pierleoni

Tanta gente, controlli costanti, qualche assembramento di troppo ed ora un vertice con gli esercenti, per studiare eventuali migliorie utili a garantire un divertimento sicuro. Questo il bilancio del primo sabato a locali riaperti a Porto Sant’Elpidio. Davvero numerosa l’affluenza di persone che hanno raggiunto nel weekend il comune rivierasco, sul lungomare, ma ancor di più lungo viale Cesare Battisti, ormai fulcro dell’aggregazione cittadina. Un sabato preceduto dall’appello del sindaco Nazareno Franchellucci, condiviso e rilanciato anche da molti titolari di attività, ad un divertimento responsabile e rispettoso delle regole.

I controlli sono stati praticamente costanti. Nel corso della serata si sono viste auto e divise dei carabinieri e della polizia locale a più riprese in giro per la città. Una pattuglia dei vigili, a lampeggianti accesi e agenti in cammino su e giù lungo viale Battisti, ha stazionato per tutta la serata, fino all’1 di notte. Non sono mancati alcuni assembramenti, soprattutto tra i più giovani, con gruppi di ragazzi assiepati in pochi metri, alcuni senza mascherine.

Il sindaco Franchellucci, all’indomani del primo sabato di movida, punta molto sulla collaborazione con i gestori di locali. Una delle novità, dal prossimo weekend, sarà la fornitura di mascherine agli esercenti, che potranno fornirle a quei consumatori che si presenteranno sprovvisti. “Naturalmente c’è tanta voglia di stare insieme e tornare alla normalità – esordisce il primo cittadino – Io, come credo tutti noi, nutro però anche il timore di tornare indietro. Oggi viviamo una fase diversa rispetto a quella del 4 maggio. Non c’è più alcun divieto di uscire e di frequentare i locali, tutto ora dipende dai comportamenti individuali. Sabato la nostra città era pienissima, in tanti hanno avuto un comportamento serio e rispettoso, i controlli sono stati continui, una pattuglia è stata fissa in prossimità delle aree più affollate. Purtroppo ci sono state anche condotte meno attente ed è capitato di vedere persone a meno di un metro di distanza senza mascherine. In settimana chiederò alla Prefettura di fare il punto della situazione”.

E’ intanto convocata per mercoledì una riunione tra sindaco, comandante della polizia locale e gestori dei pubblici esercizi. “Sarà un incontro volto a confrontarci su cosa ha funzionato e su cosa invece potrebbe essere migliorato, per garantire il rispetto delle distanze ed incentivare comportamenti responsabili – spiega Franchellucci – Una delle iniziative che abbiamo pensato di adottare, e che saremo pronti a far partire dal prossimo fine settimana, è quella di assegnare una fornitura di mascherine agli esercenti. La consideriamo una forma di sensibilizzazione. Se si presenteranno clienti sprovvisti di dispositivi di protezione, i gestori gliele potranno distribuire, invitandoli ad indossarle se si trattengono con altre persone a distanza inferiore ad un metro”.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X