facebook twitter rss

“Pnrr e Pnc per l’area del sisma”, le misure e i mix agevolativi spiegati nel convegno dei commercialisti

FERMO - Il presidente dell'Ordine dei Commercialisti di Fermo, Roberto Vittori: «Alla luce delle schede e delle linee di sviluppo che la Regione Marche ha previsto ai fini della ripartenza dell'economia del cratere, sono state approfondite e chiarite le misure di intervento principali connesse al Pnrr ed al Pnc»
Print Friendly, PDF & Email
Pnrr e Pnc Area Sisma – Fase attuativa – Le principali misure di sostegno agli investimenti delle imprese del territorio. Mix agevolativi: contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati alle imprese”, questo il titolo del convegno organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti di Fermo, tenutosi lo scorso 27 luglio a Fermo, alla Sala dei Ritratti del Palazzo dei Priori
In apertura gli interventi del presidente dell’Ordine dei Commercialisti, il dottor Roberto Vittori, dell’assessore al Bilancio della Regione Marche, con delega alla ricostruzione post sisma, Guido Castelli, e del dottor Giovanni Bernardini, Presidente Confidicoop Marche.
Al tavolo tecnico hanno preso parte la dottoressa Chiara Ercoli, Project manager Svem, la dottoressa Emanuela D’Angelo, direttrice Confidicoop Marche, ed i dottori Alessio Di Angelantonio e Stefania Faggiano, responsabili team finanza ed area agevolazioni della Confidicoop Marche.
«Ringrazio la Regione Marche, nelle persone dell’assessore Castelli e della dottoressa Ercoli dello Svem, per aver preso parte al Convegno e ringrazio la Confidicoop Marche, in special modo la dottoressa D’Angelo, la quale – il commento del presidente Vittori – si è continuamente confrontata con me ai fini dell’organizzazione dell’evento. Alla luce delle schede e delle linee di sviluppo che la Regione Marche ha previsto ai fini della ripartenza dell’economia del cratere, sono state approfondite e chiarite le misure di intervento principali connesse al Pnrr ed al Pnc (Piano nazionale complementare al Pnrr): trattasi di ben 290 milioni di euro a disposizione di aziende operanti nell’industria e nell’artigianato, associazioni e terzo settore, spalmati su 11 bandi regionali, i quali saranno pubblicati il prossimo 15 settembre e resteranno aperti fino al 30 ottobre. Tra le misure più attrattive per il nostro tessuto economico, vi sono quelle riguardanti il sostegno delle attività produttive, tramite incentivi alla nascita, allo sviluppo ed al consolidamento delle iniziative imprenditoriali, incentivi all’innovazione delle Pmi ed incentivi al consolidamento delle attività economiche. I contributi a fondo perduto connessi a tali misure agevolative destinate alla Medie e piccole Imprese – spiega il presidente Vittori – vanno da un minimo del 50% fino ad un massimo del 90%, a seconda della tipologia dei soggetti beneficiarie e del tipo di investimento effettuato. Infine – conclude il presidente – sottolineo lo stretto e proficuo rapporto collaborativo intrattenuto con la Regione riguardo i temi economici regionali, confermato lo scorso 20 luglio in occasione dell’Assemblea dell’Unione regionale dei Commercialisti delle Marche, la quale ha visto l’intervento del presidente Acquaroli e dei suoi assessori economici Carloni ed Castelli. Frutto di tale sodalizio, in cui noi commercialisti ci poniamo come partner della Regione in merito ai  provvedimenti economici, oltre alla gradita partecipazione al Convegno, è la partecipazione fattiva all’attuazione della legge regionale 10/2021 sulle Comunità energetiche»


Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti