facebook twitter rss

Dalle riduzioni di Tari e Irpef
alla concessione di suolo pubblico,
Pezzani: “Insieme ce la faremo”

PETRITOLI - I provvedimenti che l'amministrazione proporrà al prossimo consiglio comunale. Il sindaco: "Mi piace pensare che il dramma dell’epidemia, si trasformi in complementarietà tra istituzioni, commercianti e cittadini"
Print Friendly, PDF & Email

“Riduzione della Tari del 50% per tutte le attività chiuse nel periodo del lockdown, riduzione dell’addizionale Irpef a sostegno della comunità e concessione gratuita di suolo pubblico per le attività di bar e ristorazione”. Sono questi i provvedimenti che l’amministrazione comunale di Petritoli, con in testa il sindaco Luca Pezzani, vuole adottare per andare incontro a cittadini e categorie produttive nell’emergenza Covid19.

“’Insieme ce la faremo‘ a Petritoli non è uno slogan, ma una realtà fatta di impegno congiunto mirato alla volontà di superare la crisi economica e sociale dettata dall’epidemia da Covid 19. A tale scopo l’amministrazione comunale guidata da Luca Pezzani – spiegano proprio dall’amministrazione – ha condiviso la giornata simbolo della ripartenza di lunedì 18 maggio, invitando esercenti e commercianti del territorio, a ritrovarsi per un saluto all’ingresso del palazzo municipale”.

“L’incontro – dice Pezzani – è stato voluto dal Comune per dimostrare vicinanza umana a tutte le attività commerciali e artigianali del territorio sia a quelle che nei mesi del lockdown hanno proseguito la loro attività e sia a coloro che sono tornati a rialzare le serrande lunedì. Sappiamo che i tempi sono difficili per tutti – prosegue – e a tale scopo riteniamo che il Comune debba fare tutto quanto sia in suo potere per incentivare la ripartenza delle attività del luogo, da sempre fulcro della vitalità del paese. Per questo, nella seduta di Consiglio di lunedì, proporremo la riduzione della Tari del 50% per tutti gli esercizi costretti alla chiusura, la riduzione dell’addizionale Irpef che dallo 0,8 per cento passa allo 0,7 e la concessione gratuita di 25 metri quadrati di suolo pubblico alle attività di bar e ristorazione, che potranno così ammortizzare l’area di accoglienza dei propri clienti, ridimensionata dalle misure di contenimento sociale anti contagio Covid 19. Mi piace pensare – conclude Pezzani – che il dramma dell’epidemia, si trasformi in complementarietà tra istituzioni, commercianti e cittadini. Ognuno di noi, infatti, può scegliere di acquistare sul proprio territorio di appartenenza, valorizzando i nostri commercianti, piccoli e medi imprenditori di qualunque settore produttivo e artigiani”.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti