facebook twitter rss

Covid19, più controlli in aziende
industriali e commerciali
Il prefetto: “Priorità all’attività informativa”

FERMANO - Scattano i controlli. Il prefetto Vincenza Filippi ha costituito il 'nucleo a composizione mista' formato dal comando provinciale dei carabinieri, dal comando provinciale dei Vigili del Fuoco, dall'ispettorato provinciale del Lavoro e Asur Area Vasta 4 - Uoc Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro
Print Friendly, PDF & Email

Il prefetto Vincenza Filippi e il capo di gabinetto, Francesco Martino

Il Prefetto Filippi ha tenuto nel pomeriggio di oggi una videoconferenza avente quale punto all’ordine del giorno la definizione e la relativa programmazione delle attività di verifica e controllo delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza da Covid-19 all’interno di aziende che svolgono attività industriale e commerciale.
A tal fine, nel rispetto delle disposizioni di cui al Dpcm del 26 aprile 2020 e, da ultimo, della direttiva fornita ai Prefetti con circolare del 3 maggio, esplicativa del decreto stesso, è stato costituito un ‘nucleo a composizione mista’, con cabina di regia presso la Prefettura, formato dal comando provinciale dei carabinieri, dal comando provinciale dei Vigili del Fuoco, dall’ispettorato provinciale del Lavoro e Asur Area Vasta 4 – Uoc Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro.

“Il Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, sottoscritto dal Governo con le parti sociali – le parole del prefetto Vincenza Filippi – deve essere il punto di riferimento essenziale nell’azione di svolgimento delle attività da mettere in campo”. Il Prefetto ha anche aggiunto che gli operatori dei rispettivi uffici a cui vengono demandate le verifiche, dovranno essere “capaci di coniugare i dovuti controlli richiesti dalla normativa vigente, con una altrettanto importante azione di assistenza e di aiuto nel percorso che le imprese devono saper intraprendere per attivare tutte le misure previste per il contenimento epidemiologico nei propri ambienti di lavoro. Non azioni vessatorie fini a se stesse nei confronti delle imprese, già fortemente in difficoltà, ma un’attività che debba essere, prima ancora che repressiva, di natura informativa e formativa in merito ai contenuti ed alle modalità del rispetto delle regole”.
“Da domani, quindi – continuano dalla prefettura con il capo di gabinetto, Francesco Martino – verranno fortemente implementati i servizi di controllo del territorio presso le aziende del territorio provinciale, con accessi che potranno essere congiunti o disgiunti da parte degli uffici (che fanno parte del nucleo), i quali si muoveranno sulla base di un’agenda, programmata e condivisa, di luoghi di lavoro da controllare, per poi fare una reportistica puntuale alla Prefettura.
Si raccomanda a tutti i datori di lavoro, pubblici e privati, il rispetto delle norme di sicurezza sui luoghi di lavoro, con specifico riferimento alla scrupolosa osservanza delle norme dettate in questa fase di emergenza Covid-19: distanziamento interpersonale di almeno un metro, utilizzo di mascherine, guanti e, ove necessario in relazione alle tipologie di lavoro, eventuali ulteriori dispositivi di protezione individuale”.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti