facebook twitter rss

Covid19, buone prassi in azienda
Il ristoratore ringrazia Cna,
Silenzi e Migliore: “Linfa vitale per noi”

AZIENDE - La testimonianza di un ristoratore che supportato dai consulenti della società di servizi Cna, ha messo in pratica i protocolli di sicurezza per il contenimento del contagio e ha superato senza problemi la verifica ispettiva Asl
Print Friendly, PDF & Email

Buone prassi delle aziende, anche e soprattutto in tempi di emergenza sanitaria. “Aver ricevuto la bella testimonianza di un imprenditore che, supportato dai consulenti della nostra società di servizi, ha messo in pratica i protocolli di sicurezza per il contenimento del contagio e ha superato senza problemi la verifica ispettiva Asl è per la Cna una notizia davvero importante. Le aziende si stanno impegnando per ripartire in sicurezza e per farlo si rivolgono alla Cna: avere la stima degli imprenditori e sentire la loro voce sollevata e serena è di grande conforto per tutta la struttura”.  Così, in una nota stampa, il presidente Cna Fermo Paolo Silenzi.
“L’imprenditore, che ha un ristorante pizzeria nell’entroterra fermano, secondo le indicazioni della Cna – fanno sapere dalla stessa associazione di categoria – aveva prima predisposto il servizio di consegna a domicilio e successivamente quello per l’asporto dei cibi”.

“Grazie alla responsabile Cna che ci segue – racconta – nel giro di una giornata abbiamo regolarizzato la nostra attività secondo i protocolli di sicurezza e affisso la cartellonistica specifica, essendo così in grado di partire subito per dare un servizio alla nostra comunità, lavorando con serenità”. Un aspetto a cui il ristoratore e la sua famiglia tengono molto: “Quello che ricaviamo da questa riorganizzazione della nostra attività è ben poca cosa rispetto a quanto ci vuole per sostenere tutte le spese, diciamo che ci paghiamo le bollette. Però – ammette con emozione e grande soddisfazione – abbiamo voluto essere vicini ai nostri concittadini, non potevamo certo dimenticarci di loro e dei nostri affezionati clienti. L’ispezione Asl ci ha trovato preparati e pienamente in regola, anzi gli incaricati si sono complimentati per come ci eravamo attrezzati scrupolosamente”, racconta l’imprenditore, che con Cna ha aggiornato il manuale Haccp, messo in atto il protocollo Covid e seguito il corso on line dedicato.
“La stima e la fiducia degli associati è linfa vitale per la nostra struttura – chiosa il direttore generale Alessandro Migliore – per tutti i professionisti Cna che dall’inizio di questa emergenza non si sono mai fermati e continuano a lavorare con serietà al fianco delle imprese. Un ottimo riscontro, inoltre, lo stiamo avendo dai numerosissimi webinar che abbiamo programmato ormai da un mese, utili strumenti gratuiti di aggiornamento per le imprese, attraverso cui interagire anche a distanza con i nostri responsabili. Domani, mercoledì 13 maggio, alle 18, su Zoom saremo in video conferenza per illustrare i protocolli di sicurezza per bar e ristorazione, con la partecipazione dell’assessora regionale alle attività produttive Manuela Bora”.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti