facebook twitter rss

Coronavirus: sono sei i ricoverati
al Murri, due di loro
risiedono nel Fermano

FERMO - Gli altri arrivano da Pesaro, Porto Recanati e Civitanova Marche. Una quarantina le persone in isolamento domestico. Av 4 impegnata anche nel monitoraggio di circa 150 persone nel Pesarese
Print Friendly, PDF & Email

La tenda pre-triage del pronto soccorso

Aggiornamenti che si susseguono ora dopo ora, notizie di pazienti guariti ma anche, purtroppo, di decessi, quattro ad oggi nelle Marche. La frenesia da Coronavirus non si respira solo per strada, negli uffici, tra colleghi di lavoro e familiari, tra istituzioni e sanità, ma anche nel mondo dell’informazione chiamato a costanti aggiornamenti per una situazione in continua evoluzione. E che tutti, lecitamente, vogliono monitorare. Tutti, con in primis, la prefettura. Questa mattina, infatti, proprio nell’Ufficio territoriale del Governo si è tenuta una riunione per fare il punto della situazione. E, al netto delle notizie, più o meno veritiere circolate in queste ore, all’ospedale Murri di Fermo, ad oggi sono ricoverate per Covid-19, sei persone di cui due del Fermano. Nel merito dei numeri, dunque, due persone sono in terapia intensiva, ovvero l’uomo di circa 60 anni residente a Lido di Fermo-San Michele, la cui positività è stata ufficializzata ieri dal sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro, e un anziano proveniente da Pesaro, il purtroppo noto paziente 1 per le Marche. Le loro condizioni di salute sono costantemente monitorate dal personale medico del nosocomio fermano. Gli occhi e la professionalità dei camici e del personale infermieristico del Murri sono anche per gli altri quattro pazienti con tampone positivo da Coronavirus presenti nel reparto di Malattie infettive: si tratta di un uomo che arriva da Pesaro, una donna da Porto Recanati, un giovane da Civitanova Marche e un uomo da Porto Sant’Elpidio, il cui caso è stato comunicato ufficialmente dal sindaco della sua città, Nazareno Franchellucci, questa mattina. Dunque sei persone in totale, a cui potrebbe in queste ore aggiungersene una settima proveniente da fuori provincia.

Ma il delicato compito dei camici di Fermo non finisce qui. Il personale medico dell’Area vasta 4, infatti, sta seguendo anche una quarantina di persone che, al momento, sul territorio provinciale si trovano in isolamento domestico e anche circa 130 persone che attualmente si trovano nel Pesarese. Sì perché nella ripartizione dei compiti sanitari, il personale dell’Av4 effettua anche costanti telefonate a residenti fuori provincia, in questo caso tutti nel Pesarese. Questi, al momento, i casi in carico all’Area vasta 4 per una situazione che, però, si diceva, sono in costante mutamento. E tutti speriamo, ovviamente, in un rapido mutamento in positivo.

 

L’ospedale di Fermo

Su scala regionale, invece, i numeri forniti dal Gores e confermati dal presidente della Regione, Luca Ceriscioli, parlano di “124 i tamponi risultati positivi al Coronavirus nelle Marche, su un totale di 413 effettuati.
I casi positivi nella provincia di Pesaro Urbino sono 100, nella provincia di Ancona sono 19, nella provincia di Macerata sono 2 e nella provincia di Fermo sono 3.
Sono 19 i ricoverati in terapia intensiva. Sono, invece, 61 i pazienti ricoverati nei reparti di malattie infettive.
Le persone in isolamento domiciliare sono 704, di cui 643 asintomatici e 61 sintomatici”.

(redazione CF)

Coronavirus: primo caso a Porto Sant’Elpidio, Franchellucci: «Valuteremo con l’Av4 i provvedimenti da adottare» (il video messaggio del sindaco)

Coronavirus: primo fermano positivo al tampone,Calcinaro: «Alziamo tutti il livello di attenzione»



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X