fbpx
Jessica Marcozzi Spazio pubblicitario elettorale
facebook twitter rss

Covid-19, i vigili del fuoco
volontari di Fermo
a sostegno della Croce Rossa Italiana

FERMO - I volontari hanno deciso di 'lasciare' temporaneamente la propria divisa per vestire quella della Croce Rossa e scendere in campo a supporto delle numerose attività per fronteggiare l’emergenza Covid-19. Essi verranno impiegati nei vari progetti avviati in questi giorni, tra questi il presidio del Pronto Soccorso di Fermo, la consegna dei farmaci a domicilio, la gestione degli ingressi presso la casa di riposo Sassatelli e il supporto ai Comuni nella pianificazione delle misure più appropriate per l’assistenza alla popolazione
Print Friendly, PDF & Email

In questo delicato momento il contributo di tutti è importante. Per questo la Croce Rossa ha deciso di attivare il ‘Volontariato Temporaneo’ permettendo così a tutti, dopo una breve formazione, di poter supportare le attività dell’associazione a favore della popolazione.
A seguito di questo appello, lanciato nei giorni scorsi sui social dalla Croce Rossa Italiana di Fermo, i vigili del fuoco volontari di Fermo hanno risposto ‘presente'”. E’ quanto annunciano proprio dalla Cri di Fermo.

“Promotori dell’operazione sono stati Barbara Callarà e Francesco Lusek che, essendo vicini ad entrambe le realtà, hanno promosso l’incontro tra i presidenti Ludovica Lignite e Samuele Santarelli.
I volontari hanno deciso di ‘lasciare’ temporaneamente la propria divisa per vestire quella della Croce Rossa e scendere in campo a supporto delle numerose attività per fronteggiare l’emergenza Covid-19. Essi verranno impiegati nei vari progetti avviati in questi giorni, tra questi il presidio del Pronto Soccorso di Fermo, la consegna dei farmaci a domicilio, la gestione degli ingressi presso la casa di riposo Sassatelli e il supporto ai Comuni nella pianificazione delle misure più appropriate per l’assistenza alla popolazione.
Un segno forte di vicinanza, sensibilità e unione tra le due associazioni del volontariato, presenti sul territorio fermano, che hanno come scopo primario quello dell’aiuto verso il prossimo.
Ricordiamo che l’ex capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, oggi consulente di Regione Lombardia per l’emergenza Covid-19, in un recente convegno svoltosi nel Fermano, ha illustrato il concetto della ‘contaminazione positiva’ tra le strutture operative del sistema di Protezione Civile. I volontari, quindi, sulla scia di questo messaggio si stanno cimentando in questa nuova esperienza”.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X