fbpx
facebook twitter rss

Coronavirus: sono 51 i sanitari
dell’Area vasta 4 positivi al tampone
,
Livini: «Continuiamo
col programma di controlli»

FERMO - Si tratta di 12 medici, 27 infermieri, 8 Oss, 2 ausiliari e 2 tecnici. Il direttore dell'Area vasta 4 : "Noi continuiamo nel programma serrato che abbiamo intrapreso nel controllare i nostri sanitari. Ad oggi abbiamo effettuato oltre 250 controlli"
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Sono 51 i sanitari dell’Area vasta 4 risultati positivi al Coronavirus, dall’inizio del contagio ad oggi, e attualmente in quarantena. Tra loro 12 medici, 27 infermieri, 8 Oss, 2 ausiliari e 2 tecnici. Sono questi i dati trapelati proprio dall’Av4 e confermati dalla direzione. I 51 positivi dunque rappresentano quella parte della sanità fermana affetta dal maledetto Covid-19, dall’inizio del contagio, s’intenda.

“Questi numeri – la puntualizzazione del direttore proprio dell’Area vanno a smentire categoricamente qualche dato inventato e assolutamente non rispondente al vero messo in giro da qualcuno in queste ore. Sono 51, confermo, nel totale. Qualcuno sta comunque ultimando il suo percorso terapeutico e a breve rientrerà al lavoro. Noi continuiamo nel programma serrato che abbiamo intrapreso nel controllare i nostri sanitari. Ad oggi abbiamo effettuato oltre 250 controlli. Continuiamo con le valutazioni  perché vogliamo che i nostri operatori siano attenzionati”. Controlli che nella prima giornata di tamponi avevano dato, su 120 analisi, la totalità di negativi. Intanto ieri è partito il drive through, il tampone in auto, un servizio che il personale dell’Av4 sta svolgendo nel piazzale della palestra di via Leti con già una quarantina di persone controllate.

Licio Livini

Sul fronte pazienti, invece, nella giornata in cui il Fermano ha dovuto piangere altri morti. Solo nella giornata di ieri, infatti, sono spirati  un 71enne di Montefalcone e un 86enne di Porto Sant’Elpidio. Un bilancio drammatico quello del territorio fermano che ha fatto registrare sei decessi tra ieri e domenica quanto al Murri sono morti un uomo di 60 anni di Porto San Giorgio senza patologie pregresse, due uomini, entrambi di Sant’Elpidio a Mare, rispettivamente di 86 e 82 anni con patologie pregresse e un uomo di 68 anni di Porto Sant’Elpidio senza patologie precedenti. Due le vittime all’Inrca di Fermo, anche in questo caso uomini: un 86enne di Fermo e un 93enne di Campofilone, tutti e due con patologie pregresse. 

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X