fbpx
facebook twitter rss

Il Sap dona la mascherina ‘personalizzata’
ai poliziotti associati: “Ai cittadini
chiediamo vicinanza e collaborazione”

FERMANO - Il sindacato autonomo di polizia, dopo aver donato ai colleghi di Fermo, gel e spray disinfettante, oggi ha donato una mascherina ai suoi iscritti. E si rinnova l'appello ai cittadini "Restate a casa"
Print Friendly, PDF & Email

“L’emergenza sanitaria nazionale, legata al Coronavirus continua a mettere a dura prova tutti i colleghi impiegati per garantire la sicurezza nella nostra provincia. La Questura di Fermo, sta facendo un eccellente lavoro per dotare tutti i poliziotti che ad essa fanno capo, oltre anche ovviamente a quelli della Polizia Stradale, dei Dispositivi di Protezione Individuale, necessari per proteggersi dal contagio. Proprio per questo, il Sap di Fermo, qualche giorno fa, ha voluto contribuire mettendo a disposizione di tutti i colleghi gel antibatterico per le mani e spray disinfettante per le auto di servizio, ed oggi, vista la grossa difficoltà che si incontra nell’approvvigionamento dei predetti Dpi, ha deciso di donare, ai propri associati, una mascherina lavabile e riutilizzabile, assemblata cucendo insieme due tessuti in grado di isolare le vie respiratorie dall’esterno”. E’ quanto fanno sapere il segretario provinciale Sap, Alessandro Patacconi e l’aggiunto Costantino Alessandri.

“Il dispositivo di protezione, made in Italy, è stato creato e realizzato artigianalmente, in tempi record, dal maglificio Calimar di Falerone che ha sospeso la produzione di maglie per creare mascherine. Alla proprietà e a tutti i dipendenti, vanno i nostri più sentiti ringraziamenti. Abbiamo voluto che su ogni mascherina, venisse ricamato lo slogan del Sindacato Autonomo di Polizia ‘I love Polizia’, a testimonianza dell’amore che noi operatori abbiamo per l’ostituzione Polizia di Stato. Siamo certi che in questo momento, anche la società civile sta riscoprendo sentimenti di vicinanza e gratitudine per tutte le Forze dell’Ordine, impegnate a combattere alacremente il Coronavirus. Queste donne e questi uomini in divisa, impegnati incessantemente sul campo a lavorare, senza mai poter indietreggiare di un passo, sono anche genitori, figli, fratelli etc, e, pertanto, non solo mettono in serio pericolo la propria incolumità, ma espongono anche al rischio contagio i propri cari.  L’invito di questa Segreteria provinciale ai cittadini, quindi, è quello di aiutare noi e tutti gli operatori sanitari restando a casa, perché solo in questo modo si potrà tornare al più presto alla normalità. A tutta la popolazione, chiediamo inoltre di non dimenticarsi mai di darci sostegno e supporto morale, anche con piccole dimostrazioni di affetto, come quelle che ogni giorno stanno giungendo numerose da ogni parte d’Italia. Uniti ce la faremo”.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X