fbpx
facebook twitter rss

Covid19, Lercio.it si mobilita per il Murri:
“Abbiamo deciso di fare una donazione,
invitiamo anche i nostri lettori a farlo”

FERMO - Anche la redazione del pluripremiato giornale di satira si è mossa in favore della sanità fermana in questo periodo di emergenza da Coronavirus. "Abbiamo deciso di fare una donazione all’ospedale Murri di Fermo, in prima linea nella lotta al Coronavirus, e vi chiediamo di fare altrettanto"
Print Friendly, PDF & Email

Quelli di ‘Lercio’ premiati al Macchianera

Si sono mossi anche loro, anche quelli di Lercio.it, in favore della sanità fermana, in particolar modo dell’ospedale Murri di Fermo. In questo periodo di grave emergenza a causa del contagio del Coronavirus, anche la redazione della famosa e pluripremiata testata di satira, si è mossa in ausilio al nosocomio fermano. Senza perdere il proprio ‘smalto’, la propria identità che ha fatto di Lercio.it il punto di riferimento della satira su scala nazionale, e non solo, la redazione ha deciso di effettuare una donazione in favore dell’ospedale del capoluogo di provincia, invitando anche i suoi tanti lettori a fare altrettanto. Lercio.it, lo sappiamo, ha redattori provenienti da ogni angolo d’Italia. La sua portata, la sua rilevanza, si diceva, sono su scala nazionale. Perché Fermo, dunque? Semplice. Perché proprio il nostro capoluogo di provincia ospita la sua sede di redazione. E dunque è stato scelto il Murri perché si trova nello stesso territorio dove risiede il cuore pulsante della satira. E chissà che proprio al Murri, a questo punto, non arrivino donazioni da lettori di Lercio.it anche fuori provincia, fuori regione.

A margine dell’ultimo articolo di ‘apertura’, a firma Vittorio Lattanzi, dal titolo “Marche. Finiti i posti letto: 48enne costretto a trattenere infarto da tre giorni“, la ‘nota importante’ con la satira che, questa volta, ha un obiettivo ben chiaro, preciso: la solidarietà.

Gli ospedali delle Marche sono in seria difficoltà, tanto che – si legge nell’articolo di Lercio.it – i marchigiani non possono rischiare nemmeno di tagliarsi un dito, infatti, hanno cominciato ad affettare il ciauscolo con i coltelli di plastica. Per questo abbiamo deciso di fare una donazione all’ospedale A. Murri di Fermo, in prima linea nella lotta al Coronavirus, e vi chiediamo di fare altrettanto. Grazie, e tenete le distanze ancora un po’, ma pure dopo non avvicinatevi troppo! Per donazioni: Iban IT 23 V 02008 69451 000105662449 con causale ‘Liberalità Coronavirus Av4Fm Asur‘”.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X