fbpx
facebook twitter rss

Coronavirus, l’appello del direttore Av4
Livini: «Sistema messo a dura prova,
servono unità e collaborazione di tutti»

FERMO - Il direttore dell'Area vasta 4: "Questa Area Vasta sta spendendo tutte le sue energie nel cercare di salvaguardare la salute di tutta la popolazione, e in cambio invita tutti a trovare uno spirito di unione in cui il benessere collettivo venga anteposto agli interessi del singolo"
Print Friendly, PDF & Email

Il direttore Area vasta 4, Licio Livini

di redazione CF

Una piaga che sta mietendo vittime su vittime, che fa registrare giorno dopo giorno nuovi contagi. E che sta mettendo a dura prova anche il sistema sanitario fermano, a partire dal suo cuore pulsante: l’ospedale Murri di Fermo. E’ il Coronavirus che non risparmia nemmeno medici e sanitari, anzi proprio loro sono tra i più esposti al contagio. Una situazione delicatissima che sta mettendo a dura prova l’assetto sanitario nazionale, regionale e provinciale e che, data la rapidità di cambiamento della situazione, impone modifiche repentine, quasi ad ogni ora. Ecco perché, con una macchina, quella sanitaria, sotto sforzo, per usare un eufemismo, oggi il direttore Area vasta 4, Licio Livini, ha preso carta e penna. Perché? Semplice, per chiedere di abbandonare le polemiche e rafforzare unità di intenti, nel cercare di sconfiggere il ‘mostro’, e solidarietà. Dinanzi alle difficoltà, più o meno evidenti, del sistema, e che dunque prestano sì il fianco a critiche, il direttore chiede solidarietà.

“In questo momento di grande difficoltà per tutti – scrive il direttore Livini – l’atteggiamento più auspicabile sarebbe quello di unità, collaborazione e solidarietà. Il nostro sistema sanitario è messo a dura prova da questa pandemia, sconosciuta e imprevedibile, ma sta lottando con tutte le forze per arginarla. Ogni operatore per la propria parte si sta caricando il peso e la responsabilità delle azioni decise oltre al rischio della possibile esposizione al contagio. Nonostante ciò, l’impegno e l’organizzazione talvolta non sono sufficienti quando gli eventi si susseguono così velocemente e i contagi crescono: di giorno in giorno, infatti, siamo costretti a rivedere ed aggiustare i nostri piani. Un’emergenza sanitaria di queste proporzioni è tutto fuorché ordinaria, non solo nella nostra Regione ma in tutto il mondo, e perciò richiede scelte e risposte straordinarie. La collaborazione con tutte le altre istituzioni è preziosa in questo momento, ma è utile se veicolata tramite canali appropriati; la polemica o la dichiarazione spettacolare, con il solo fine di ottenere visibilità, non giova a nessuno, anzi, toglie quella piccola parte di serenità tanto difficile da mantenere ma altrettanto utile per decidere. Questa Area Vasta sta spendendo tutte le sue energie nel cercare di salvaguardare la salute di tutta la popolazione, e in cambio invita tutti a trovare uno spirito di unione in cui il benessere collettivo venga anteposto agli interessi del singolo. Colgo l’occasione per ringraziare i cittadini che invece stanno trovando ogni forma di vicinanza e di solidarietà, che in questi giorni concitati fanno veramente bene allo spirito”.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X