facebook twitter rss

Donazioni e raccolte fondi per l’ospedale:
quando i privati fanno
la differenza e la sanità ringrazia

FERMO - La comunità risponde all'appello dell'Av4 e corre in aiuto all'ospedale, a partire dal pronto soccorso. Donazioni dalla Metaltex, dalla Bmb e da Michelangelo Ciotti. Raccolte fondi lanciate dalla nuovaricerca.agenziares e da Disordine Oltre il Teatro
Print Friendly, PDF & Email

Un lato positivo del dramma del Coronavirus? Beh sicuramente la risposta che il territorio ha dato al suo cuore pulsante, epicentro dell’emergenza: l’ospedale Murri di Fermo. Dopo l’appello lanciato nei giorni scorsi dall’Area vasta a sostenere la sanità fermana chiamata a uno sforzo immane, la risposta dei privati, siano essi aziende, privati cittadini o associazioni, non è tardato. E a tutti loro va il ringraziamento dei sanitari del Murri, a partire dal Pronto soccorso, la ‘porta’ del nosocomio, e in quest’epoca di Covid-19, anche di tanti drammi personali e familiari, di ansie e preoccupazioni di tanti pazienti, circondati dall’affetto ma anche dalla disperazione dei loro familiari. E vedersi recapitare mascherine come quelle donate dalla Metaltex di Montegiorgio,  dalla Bmb di Monsampietro Morico o da un privato cittadino che risponde al nome di Michelangelo Ciotti, riempie di speranza, rafforzando il sentimento di comunità, unita nella difficoltà, nel cuore di chi è chiamato a stare in prima linea. E, certo, di riflesso quei gesti di assoluta solidarietà nell’emergenza, danno anche la forza e rinnovate motivazioni ad andare avanti, a chi è lì, in corsia, senza orario, senza pause, per salvare vite.

Ma non solo donazioni. In queste ore a sostegno del Murri e della sanità fermana sono state attivate anche diverse raccolte fondi come quella lanciata da nuovaricerca.agenziares che invita tutti ad unirsi all’iniziativa promossa dalla cooperativa sociale. “La cifra raccolta verrà interamente devoluta per l’acquisto di materiale sanitario e dispositivi di sicurezza per i reparti di emergenza. Aiutiamo chi – l’appello della nuovaricerca.agenziares – è in prima linea collegandoci al sito www.buonacausa.org/cause/murri. Proviamo ad aiutare chi sta lavorando per tutti noi”. Nell’elenco della solidarietà anche l’associazione Disordine oltre il Teatro: “Sette giorni per fare la differenza. ‘Disordine, oltre il teatro’ scende in campo a sostegno dell’ospedale Murri di Fermo e chiede a tutti gli amici dell’associazione di fare una donazione. Si può donare un importo, a propria scelta, tramite bonifico bancario, inserendo come causale “erogazione liberale” a associazione Disordine oltre il Teatro (Ubi Banca spa) Iban: IT60J0311169480000000004925. Domenica 29 marzo chiuderemo la raccolta fondi e faremo tutti insieme la nostra parte a favore della sanità locale: un gesto di vicinanza, concreta, per chi opera, in prima linea, in questi momenti difficili nell’opera di contrasto al Covid-19″.

C.N.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti