facebook twitter rss

Regionali, Forza Italia chiama al voto:
“Siamo il collante della coalizione
Voltiamo pagina nelle Marche”

REGIONALI - Il partito di Silvio Berlusconi chiede fiducia agli elettori: "Saremo garanti nell'alleanza di quei valori e quegli ideali che solo noi possediamo nel nostro bagaglio di esperienza"
Print Friendly, PDF & Email

 

Berlusconi-comizio

Silvio Berlusconi

 

“Sono 27 anni che la sinistra governa ininterrottamente le Marche. È arrivato il momento di voltare pagina, di dare spazio ad un nuovo progetto politico-amministrativo. Questa è l’occasione giusta per dare alle Marche la centralità che meritano, con un governo nuovo, diverso e all’altezza delle aspettative che hanno i cittadini”. Questo l’appello al voto di Forza Italia, a cinque giorni dalle urne.

WhatsApp-Image-2020-09-15-at-16.06.06-325x326“Abbiamo assistito per troppi anni alle inefficienze di chi prometteva grandi cose ma che ha sempre e solo governato per mantenere potere e posizioni – prosegue il partito di Silvio Berlusconi -. Ma il 20 e 21 settembre, scegliendo di votare Forza Italia, abbiamo tutti l’occasione per aprire una nuova strada, per iniziare un percorso diverso da quello visto finora. Forza Italia, ovunque ha governato, ha sempre fatto cose importanti. Esempi ne sono la Lombardia ed il Veneto, o recentemente il Piemonte e la Calabria, passando per la Basilicata ed il Molise. Regioni in cui abbiamo sempre messo, e continuiamo a mettere, i cittadini in primo piano. Forza Italia ha sempre condotto battaglie per la riduzione della pressione fiscale. I governi nazionali che dal 1993 ad oggi detengono il record di abbassamento delle tasse sono proprio quelli di Silvio Berlusconi. È nel nostro Dna sostenere le imprese, perché solo sostenendo le nostre aziende si può creare occupazione. E solo con l’occupazione si può generare benessere. Un connubio che va saldato bene in ogni aspetto della futura azione amministrativa. Noi ci siamo, Forza Italia ha maturato una classe dirigente che oggi è pronta per assumersi le proprie responsabilità. Una volta al governo delle Marche ci adopereremo per spendere più e meglio i fondi europei. Fino ad ora i soldi che la Comunità Europea ha messo a disposizione delle Marche sono per la maggior parte tornati indietro o distribuiti su altri territori lontano dall’Italia. È inaccettabile, non più possibile, soprattutto in durante questa emergenza economica. Ma per fare grande una Regione si deve partire dal tessuto infrastrutturale, senza il quale risulta difficoltoso poter guardare avanti. Le nostre strade sono rimaste tutte sulla carta, i collegamenti con Roma sono imbarazzanti, quelli con il Tirreno inesistenti, la A14 è stata martoriata per anni e l’Adriatica è ormai obsoleta e fatiscente. Senza investimenti su questo fronte è quasi impossibile fare turismo e attrarre capitali. In ultimo, ma non da ultimo, il terremoto e la sua gestione. Una gestione che ne non c’è mai stata, con ancora quasi centomila tonnellate di macerie da smaltire, circa 30000 sfollati senza una casa di proprietà ed una ricostruzione che dopo quattro anni ancora non parte, strozzata dalla burocrazia. Forza Italia è il collante della coalizione che sostiene Francesco Acquaroli – concludono -. Saremo determinanti per la vittoria, molto dipenderà da noi e dal nostro risultato elettorale, ma il 20 e 21 settembre dipenderà da voi. Dateci fiducia e saremo garanti, all’interno della coalizione di centrodestra, di quei valori e quegli ideali che solo Forza Italia possiede nel suo bagaglio di esperienza. Andiamo a governare, facciamolo insieme”.

(Spazio elettorale a pagamento)

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X