facebook twitter rss

ELEZIONI REGIONALI
“Lavoro ed economia prima di tutto”

Le priorità del consigliere Giacinti
per rilanciare la Regione

FERMO - Il candidato del Pd in Regione guarda al futuro:"Il nostro tessuto è fatto di imprese in prevalenza manifatturiere, tutto ruota intorno al loro rilancio; guai a dimenticare i giovani"
Print Friendly, PDF & Email

“L’economia e il lavoro sono la chiave di tutto. Non possiamo credere in un futuro di benessere, di coesione sociale, di sicurezza, senza questo elemento”. Questa la convinzione del consigliere uscente, e nuovamente candidato in Consiglio regionale nel Partito Democratico, Francesco Giacinti. Sono diversi i temi che hanno animato la campagna elettorale che volge ormai al termine, ma per l’ex sindaco di Monte Urano, la priorità assoluta, nel momento in cui si pianifica il futuro delle Marche, va data proprio ai temi occupazionali.

“Faccio un esempio molto semplice – chiarisce Giacinti – leggevo di recente che Reggio Emilia si trova ai primi posti in Italia per percentuale di immigrati. Questo ha comportato l’esplosione di gravi problemi sociali, ha generato situazioni di criticità? No, affatto, perchè la stragrande maggioranza lavora, è regolare, ha una casa dove vivere. Spesso si parla di questi temi facendo molta demagogia. La verità è che quando in un tessuto socioeconomico c’è occupazione, ci sono opportunità di inserimento, tutto funziona molto meglio. Se un territorio è vivo sotto l’aspetto imprenditoriale, non va bene solo l’economia, si risolvono i problemi sociali, l’integrazione è naturale, c’è meno marginalità, c’è più sicurezza”.

Una premessa che porta il candidato del Pd a porre al centro del suo impegno la questione economica. “Nella lettera che in questi giorni ho inviato alle famiglie, ho parlato di 5 punti che mi stanno particolarmente a cuore – prosegue Giacinti – Lavoro ed economia; un sistema sanitario da ottimizzare ancora per renderlo più vicino ai cittadini; infrastrutture da potenziare per modernizzare le Marche; più opportunità per i giovani ed i meno fortunati; attenzione primaria all’ambiente”.

Al primo punto, quindi, proprio il lavoro. “Siamo ad uno snodo cruciale – continua il candidato – La gigantesca crisi aggravata dal Covid-19, l’opportunità senza precedenti che si apre con i soldi del Recovery Fund, ci portano ad un passaggio di fondamentale importanza. Le Marche avranno dall’Unione Europea, nei prossimi anni, somme mai viste prima, tra i 7 ed i 9 miliardi di euro, per effettuare investimenti ed attuare un piano shock. Le cose da fare con queste risorse sono molte, perchè molte sono le esigenze, credo occorra scegliere le priorità. Io non ho dubbi che il primo pensiero debba andare al mondo del lavoro. Questo significa elaborare un grande piano di investimenti per le aziende. Certo, sono importanti anche il turismo, l’enogastronomia, l’agricoltura, ma non dimentichiamo che le Marche sono caratterizzate in primo luogo da un sistema di imprese, in prevalenza manifatturiere, che da sempre sono il motore del territorio. Dobbiamo occuparci di rilanciare questo sistema. I fondi dell’area di crisi complessa calzaturiera sono importanti e debbono andare ad integrarsi con quelli del Recovery Fund. Innovazione, internazionalizzazione, potenziamento delle infrastrutture materiali e digitali, sono obiettivi che non possiamo rinviare. Solo se riusciremo a ridare slancio al cuore dell’economia marchigiana potremo costruire un futuro di maggiore benessere per tutti”.

Nel discorso si inserisce la questione giovani. “Non nascondiamoci, il tema delle nuove generazioni è rimasto troppo spesso indietro nell’agenda politica, sia nella nostra regione che a livello statale. Ora che ci troviamo davanti ad una storica occasione per attuare un grande cambiamento, è fondamentale mettere ai primi posti il tema dell’occupazione giovanile, facilitarne ed incentivarne l’accesso al mondo del lavoro, sostenere nuove forme d’impresa. Ho voglia di impegnarmi nei prossimi 5 anni per concretizzare questi obiettivi”.

Spazio elettorale a pagamento. Committente responsabile Giuseppe Bartolozzi



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X