facebook twitter rss

Controlli a tappeto nelle strade,
a Porto Sant’Elpidio
sanificazione dei luoghi pubblici

PORTO SANT'ELPIDIO/SANT'ELPIDIO A MARE - Pattuglie in entrambi i sensi di marcia per controllare gli automobilisti su Ss16 e Sp Brancadoro, Franchellucci:"Controlli serrati nei supermercati"
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

Quella di oggi, nelle principali arterie della viabilità provinciale, è stata una giornata di intensi controlli. Sono state decise all’interno del Ccs, centro coordinamento soccorsi istituito in Prefettura, le strade principali ed i punti strategici dove era più importante effettuare pattugliamenti per verificare il rispetto delle prescrizioni di muoversi solo per comprovate ragioni.

Sul versante nord del Fermano, pattuglie della Questura e della polizia locale di Porto Sant’Elpidio hanno presidiato la Statale Adriatica, su entrambi i sensi di marcia, poco prima del confine con Civitanova Marche. Centinaia i veicoli fermati, a quanto pare tutti con autocertificazioni a garantire ragioni lavorative o di necessità a giustificare il transito. Un altro presidio è stato messo in campo dalla polizia municipale di Sant’Elpidio a Mare lungo la provinciale Brancadoro, anche qui nei pressi del confine con la provincia di Macerata ed il comune di Montecosaro. Ben due mezzi dei vigili, anche qui in ambo le direzioni, per un controllo attento della circolazione. Personale delle forze dell’ordine e di polizia locale sempre rigorosamente con mascherine di protezione.

In tutto il Fermano, insomma, si alza la guardia. La raccomandazione, ripetuta all’infinito, è sempre quella di rimanere in casa a meno di reali e gravi esigenze. Un concetto ribadito ancora una volta anche dal sindaco di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci, che conta già nella sua città due persone decedute. Due soggetti con patologie pregresse la cui positività al Covid 19 non era emersa in precedenza. Nell’esprimere solidarietà ai morti ed alle famiglie, il primo cittadino sottolinea: “Questo triste episodio ci deve far riflettere. I numeri ufficiali indicati dalle autorità sanitarie ci indicano le persone risultate positive al tampone, ma questo non vuol dire che si tratti degli unici casi contagiati da coronavirus. E’ proprio per questo motivo che assolutamente dobbiamo rispettare l’obbligo di rimanere in casa ed uscire solo per lavoro, necessità e casi sanitari. Da oggi da parte di polizia locale e forze dell’ordine i controlli saranno serrati anche e soprattutto nei centri di distribuzione alimentare per verificare il rispetto delle prescrizioni”.

Franchellucci annuncia che d’ora in poi non aggiornerà più il numero dei contagiati in città. “E’ una comunicazione che lascerò all’autorità sanitaria. Non dobbiamo pensare a quanti casi, ma dobbiamo far riferimento a noi stessi e tenere un comportamento rigido, per noi soprattutto per le persone più fragili. Va in questa direzione la scelta di chiudere parchi pubblici, cimitero e di annullare i mercati nei diversi quartieri della città. Dalla prossima settimana partirà una grande azione di sanificazione dei luoghi cittadini. Passeremo nelle scuole, negli asili, nella sede comunale. Non è il momento del panico, ma di obbedire senza se e senza ma, restando in casa per tutelare tutti”.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti